Libellule per Man Ray

  • Venduta



Francesca Della Toffola
Nata a Montebelluna nel 1973, vive e lavora a Trevignano. Laureata in Lettere a Venezia, dopo un iniziale interesse verso la macrofotografia esplora il linguaggio fotografico: la ricerca sui materiali, la scoperta della linea nera e la riflessione sull’autoritratto. Ha vinto diversi premi e riconoscimenti e ha all’attivo numerose mostre personali e collettive, tra cui Ore disperse, Spazio Juliet, PArCO foundation di Casier; Tre Artiste, Rocca di Umbertide; Luci Libere, Villa Monastero, Varenna; Incursioni, Palazzo Comunale, Seriate; L’autoscatto nella fotografia contemporanea, Palazzo della Penna, Perugia; L’autoscatto, Palazzo del Duca, Senigallia. Le sue fotografie fanno parte di collezioni private e pubbliche, tra le quali l’Archivio Zannier, l’Archivio Storico Fotografico della Galleria Civica di Modena, il Museo Nori De Nobili e l’Archivio Nazionale dell’Autoritratto Fotografico di Senigallia.

[formlightbox_call title="lightbox form" class="1374826386773"][/formlightbox_call] [formlightbox_obj id="1374826386773" style="" onload="false"][contact-form-7 id="36" title="Modulo di acquisto"][/formlightbox_obj]

Francesca Della Toffola
Nata a Montebelluna nel 1973, vive e lavora a Trevignano. Laureata in Lettere a Venezia, dopo un iniziale interesse verso la macrofotografia esplora il linguaggio fotografico: la ricerca sui materiali, la scoperta della linea nera e la riflessione sull’autoritratto. Ha vinto diversi premi e riconoscimenti e ha all’attivo numerose mostre personali e collettive, tra cui Ore disperse, Spazio Juliet, PArCO foundation di Casier; Tre Artiste, Rocca di Umbertide; Luci Libere, Villa Monastero, Varenna; Incursioni, Palazzo Comunale, Seriate; L’autoscatto nella fotografia contemporanea, Palazzo della Penna, Perugia; L’autoscatto, Palazzo del Duca, Senigallia. Le sue fotografie fanno parte di collezioni private e pubbliche, tra le quali l’Archivio Zannier, l’Archivio Storico Fotografico della Galleria Civica di Modena, il Museo Nori De Nobili e l’Archivio Nazionale dell’Autoritratto Fotografico di Senigallia.