Ultima lettera di Jacopo Ortis

  • Venduta



Gioxe De Micheli
Nato a Milano il 27 gennaio del 1947, vive e lavora a Milano. All’anagrafe risulta Giuseppe, ma suo padre, di origine genovese, sin dalla nascita lo “ribattezzò”, nel suo dialetto, Gioxe, ovvero Giuseppino. All’Accademia di Belle Arti di Brera, sotto la guida di Gianfilippo Usellini, ha frequentato i corsi di Decorazione e Affresco. Di lui hanno scritto numerosi critici e poeti, tra cui: Raffaele De Grada, Giovanni Testori, Dino Buzzati, Giovanni Raboni, Rossana Bossaglia, Elena Pontiggia, Giorgio Seveso, Gianfranco Bruno, Vivian Lamarque, Tiziano Rossi e Chiara Gatti. Nel 1994 ha realizzato un grande trittico per il Palazzo di Giustizia di Milano.

[formlightbox_call title="lightbox form" class="1374826386773"][/formlightbox_call] [formlightbox_obj id="1374826386773" style="" onload="false"][contact-form-7 id="36" title="Modulo di acquisto"][/formlightbox_obj]

Gioxe De Micheli
Nato a Milano il 27 gennaio del 1947, vive e lavora a Milano. All’anagrafe risulta Giuseppe, ma suo padre, di origine genovese, sin dalla nascita lo “ribattezzò”, nel suo dialetto, Gioxe, ovvero Giuseppino. All’Accademia di Belle Arti di Brera, sotto la guida di Gianfilippo Usellini, ha frequentato i corsi di Decorazione e Affresco. Di lui hanno scritto numerosi critici e poeti, tra cui: Raffaele De Grada, Giovanni Testori, Dino Buzzati, Giovanni Raboni, Rossana Bossaglia, Elena Pontiggia, Giorgio Seveso, Gianfranco Bruno, Vivian Lamarque, Tiziano Rossi e Chiara Gatti. Nel 1994 ha realizzato un grande trittico per il Palazzo di Giustizia di Milano.