Città simultanea

  • Venduta

  • Venduta

  • Venduta



Nicola Felice Torcoli

È nato a Brescia nel 1980. Dopo gli studi all’accademia di Brera, dove si laurea con una tesi in Pittura dal titolo “Randomental”, partecipa a mostre e concorsi. La sua ricerca si muove tra i concetti di simultaneità e deframmentazione. Come il defrag toglie i vuoti, così Nicola Torcoli dopo aver dipinto e tagliato a strisce le proprie tele le ricompone liberamente dando a ciascun frammento un nuovo senso, o meglio, potenziando quello contenuto “in nuce” da una forma o da un colore. Al termine del processo la “nuova tela” viene rintelata non lasciando quindi spazio ad alcun respiro e dunque ad alcun vuoto in termini ideali. Nel 2009 vince il primo premio con Emilia
Castioni del XIV Riccardo Pezza, museo della fotografia di Cinisello Balsamo.
Tra le sue personali più recenti, “Tutti gli orologi sono nuvole, simultaneità e deframmentazione”, Torre Avogadro (Lumezzane, 2015), “Simultaneicities-Ways of future making”, Zvono Gallery (Belgrado, 2011), “Km0”, Clarium (Brescia, 2014), “Hasta la pittura sempre”, Amy-d spazio arte (Milano, 2013), e la mostra “Latitude 34-40”, LAartcore (Los Angeles, 2013). Sua l’installazione permanente per “Colonne d’artista” al Palazzo della Regione Lombardia dal 2012 e la collezione di moda Tetris di Giulia Marani del 2015.

Il tuo nome (*)

La tua email (*)

Il tuo numero di telefono (*)

Il tuo messaggio

(*) Richiesto

Nicola Felice Torcoli

È nato a Brescia nel 1980. Dopo gli studi all’accademia di Brera, dove si laurea con una tesi in Pittura dal titolo “Randomental”, partecipa a mostre e concorsi. La sua ricerca si muove tra i concetti di simultaneità e deframmentazione. Come il defrag toglie i vuoti, così Nicola Torcoli dopo aver dipinto e tagliato a strisce le proprie tele le ricompone liberamente dando a ciascun frammento un nuovo senso, o meglio, potenziando quello contenuto “in nuce” da una forma o da un colore. Al termine del processo la “nuova tela” viene rintelata non lasciando quindi spazio ad alcun respiro e dunque ad alcun vuoto in termini ideali. Nel 2009 vince il primo premio con Emilia
Castioni del XIV Riccardo Pezza, museo della fotografia di Cinisello Balsamo.
Tra le sue personali più recenti, “Tutti gli orologi sono nuvole, simultaneità e deframmentazione”, Torre Avogadro (Lumezzane, 2015), “Simultaneicities-Ways of future making”, Zvono Gallery (Belgrado, 2011), “Km0”, Clarium (Brescia, 2014), “Hasta la pittura sempre”, Amy-d spazio arte (Milano, 2013), e la mostra “Latitude 34-40”, LAartcore (Los Angeles, 2013). Sua l’installazione permanente per “Colonne d’artista” al Palazzo della Regione Lombardia dal 2012 e la collezione di moda Tetris di Giulia Marani del 2015.

Il tuo nome (*)

La tua email (*)

Il tuo numero di telefono (*)

Il tuo messaggio

(*) Richiesto